Web agency brescia, Realizzazione siti web e App mobile - Ideattiva

Il blog di Ideattiva

On-page SEO: Quali elementi influiscono sul posizionamento?

On-page SEO: Quali elementi influiscono sul posizionamento?

Si sente sempre parlare di SEO: è un argomento complesso, difficile da riassumere in poche righe. Ai fini della comprensione del presente articolo e prima di addentrarci nella tematica specifica dell’on-page SEO diamo comunque un’infarinatura generale del concetto.

 

DEFINIZIONE DI SEO

Il SEO - acronimo di Search Engine Optimization - è l’insieme di attività volte a incrementare la presenza di un sito internet nei risultati dei motori di ricerca e a migliorarne il posizionamento, affinché per le principali keywords esso venga mostrato nei primi posti della classifica da Google, Bings, Yahoo e degli altri motori di ricerca.

 

SEO E POSIZIONAMENTO


Si ritiene che i fattori che determinano il posizionamento di un sito internet (i cosiddetti “fattori di ranking”) siano oltre 200: non c’è molta chiarezza in merito in quanto i motori di ricerca sono restii a dare indicazioni precise, e soprattutto le dinamiche sono in continuo aggiornamento e cambiamento.

Esistono in Italia numerosi forum e community che raccolgono SEO Specialist e appassionati, pronti a scambiarsi quotidianamente consigli, case history e best practices. Numerosi i test effettuati, moltissime le nuove tendenze che vengono alla luce ogni giorno: le carte in tavola però sono così numerose e complesse che, a parità di procedure, un sito web può avere risultati ottimi mentre un altro sito internet può essere duramente penalizzato.

La strada che sempre più webmaster e SEO Specialist stanno seguendo è quella della semplicità e dell’utilità: meno sbattimenti di testa contro tecnicismi e complessi codici, più buon senso.

Se c’è una cosa di cui si è certi nel SEO infatti è che l’obiettivo comune dei motori di ricerca è quello di offrire agli utenti un’esperienza utile e funzionale: di conseguenza, tutto ciò che è “magheggio” viene col tempo scoperto e diventa a rischio penalizzazione.

Ciò non toglie comunque il fatto che il SEO resta un’attività complessa e che richiede esperienza: le cose da sapere sono molte, e oltre al fatto che l’aggiornamento deve essere costante ci vogliono esperienza e conoscenza, perché a volte le problematiche che si trovano di fronte a un webmaster o a un SEO manager possono essere anche molto gravi e non immediatamente risolvibili.

 

ON-PAGE SEO: COS’È?


Fra i vari fattori che influiscono sul posizionamento di un sito internet ce ne sono molti che dipendono dall’esterno (ad esempio, numero e qualità dei link ricevuti, citazioni sui social network, autorevolezza acquisita sul web, etc). Questo insieme di elementi è definito off-page SEO.


Tra le tante ramificazioni e sottoinsiemi del SEO, ecco invece il tema del nostro articolo, ovvero ll’on-page SEO, che si riferisce alle tecniche di ottimizzazione all’interno di una pagina di un sito web.

 

L’attività di on-page SEO racchiude numerosi fattori, tra cui:

  • Ottimizzazione del codice: è importantissimo che il sito abbia un codice ottimizzato, conformi agli standard (ad esempio quelli definiti da Schema.org) e che risponda ai requisiti di accessibilità (a tal proposito si veda il sito del Consorzio W3C);
  • Implementazione corretta dei principali tag: meta title, meta description, meta keywords, codici specifici per la formattazione dei testi (H1, H2, grassetti…) sono solo alcuni dei più lampanti esempi di ottimizzazione SEO on-page per quanto riguarda i contenuti testuali;
  • Interfaccia e design usabile e accessibile: il sito internet deve essere pienamente fruibile da tutti gli utenti, con qualsiasi dispositivo e con qualsiasi tipo di connessione essi navighino;
  • Contenuti utili e focalizzati su keywords: la regola è sempre quella di non cadere mai nell’esagerazione, per cui anche a livello di contenuti va bene focalizzarsi su keywords specifiche, ma non in modo ridondante;
  • Invio della sitemap: per facilitare e velocizzare l’indicizzazione del sito web è importante notificare la sua esistenza ai motori di ricerca e inviare periodicamente sitemap aggiornate, contententi le pagine e i file multimediali che compongono il sito;
  • Uso del file robots.txt: si tratta di un file fondamentale che dà istruzioni ai motori di ricerca relativamente a cosa indicizzare e cosa no;
  • Uso di link interni e di link in uscita: è consigliato, senza mai eccedere, linkare pagine interne del sito internet, ad esempio per approfondimenti. Allo stesso modo, è importante avere anche link in uscita verso siti considerati autorevoli: il motore di ricerca tende ad associare più facilmente autorevolezza ad autorevolezza;
  • Velocità di risposta del server: i motori di ricerca sono molto attenti alle tempistiche di risposta del server e di caricamento delle pagine, sempre in ottica di fornire all’utente un’esperienza il più possibile positiva;
  • Inserimento di bottoni social: l’uso di icone per la condivisione dei contenuti sui principali social network sono fortemente consigliate.


ON-PAGE SEO: TECNICA COMPLESSA


Come si può notare, l’on-page SEO - e più in generale il SEO - è un tipo di attività in continuo movimento, con dinamiche complesse. Alla conoscenza e all’esperienza va aggiunto l’intuito, altro elemento fondamentale: per questo motivo è importante affidarsi a dei professionisti specializzati e sempre “sul pezzo”.

Contattateci per avere consulenza in merito.

05 marzo 2016