Web agency brescia, Realizzazione siti web e App mobile - Ideattiva

Il blog di Ideattiva

Google Adwords: come scegliere il targeting di campagna

Google Adwords: come scegliere il targeting di campagna

Google Adwords dà agli inserzionisti la possibilità di personalizzare gli annunci pubblicitari a piacimento: le opzioni di targeting sono sempre più numerose e accurate, anche se persistono alcuni limiti, come la non piena affidabilità ai cookies.

Ma come si deve orientare un inserzionista alle prime armi? Come scegliere il targeting della propria campagna di advertising su Google Adwords?

 

Google Adwords: le opzioni di targeting 

Innanzitutto vediamo quale tipo di targeting è possibile settare in una campagna, come riportato nella guida ufficiale di Google Adwords:

  • Targeting geografico: imposta la tua campagna affinché sia visualizzata in uno o più Paesi, oppure in una regione o in una città specifica;
  • Targeting linguistico: seleziona la lingua del tuo target; Google si autoregola su una serie di diversi fattori, tra cui il dominio Google utilizzato dall’utente per le ricerche, l’indirizzo IP, le parole chiave cercate, le preferenze di lingua impostate, lo storico delle lingue dei siti visitati;
  • Targeting per dispositivo: scegli chi può visualizzare il tuo annuncio, se solo gli utenti che navigano da mobile o da desktop oppure da utenti con qualunque tipo di tecnologia. Puoi anche scegliere specifici sistemi operativi, versioni e operatori;
  • Targeting orario: mostra il tuo annuncio solo in determinati giorni e orari;
  • Targeting per parole chiave: questo è il vero core business di Google Adwords: l’inserimento per ogni annuncio di un elenco di parole chiave pertinenti con l’annuncio stesso e la pagina che si desidera pubblicizzare. All’utente che cerca su Google quelle parole chiave può essere mostrato il tuo annuncio (la dinamica sull’uscita dell’annuncio è molto complessa e non è questa la sede adatta per discuterne);
  • Targeting demografico: aggiungi al tuo annuncio il targeting per categorie demografiche come sesso, età, stato parentale, reddito del nucleo familiare (disponibile solo per campagne video negli Stati Uniti);
  • Targeting per argomento: fai sì che il tuo annuncio sia pubblicato su siti web che parlano di argomenti specifici;
  • Targeting per segmenti di pubblico: rendi il tuo annuncio visibile solo a segmenti di pubblico, organizzati per affinità e interesse o tramite campagne di remarketing, che consentono di far vedere il tuo annuncio a utenti che hanno visitato il tuo sito web o usato la tua app in precedenza;
  • Targeting per posizionamento: per pubblicare il tuo annuncio solo su determinati siti della rete display.

Dopo aver elencato le diverse possibilità di targeting, vediamo ora come scegliere nella pratica il targeting di campagna.

 

Google Adwords: la scelta del targeting 

Ora che abbiamo inquadrato le principali opzioni di targeting, sei pronto per settare la tua campagna scegliendo le tue preferenze. Come? Ecco alcune domande da porti e considerazioni sul pubblico che vuoi raggiungere:

  1. Voglio che il mio annuncio sia visibile indistintamente a maschi e femmine? Di ogni fascia d’età? Oppure vendo calzature femminili e dunque il mio target è principalmente donne tra i 18 e i 55 anni? → Imposta il target che ti interessa tramite l’opzione di targeting demografico;
  2. La mia attività è geolocalizzata in città e in provincia: non ha senso far vedere l’annuncio in tutta Italia → usa il targeting geografico;
  3. Ho un hotel che ospita principalmente persone di lingua inglese in viaggio di lavoro → sfrutta le potenzialità del target geografico (se la tua clientela proviene per gran parte ad esempio dall’Olanda) e del targeting linguistico;
  4. Gli utenti che mi interessano sono persone che lavorano in ufficio, e che il sabato e la domenica non sono davanti al computer → imposta il targeting orario, escludendo la pubblicazione dell’annuncio durante i week-end e le ore serali;
  5. Non mi interessa che l’annuncio esca su desktop: desidero che sia visualizzato solo da mobile perché ho messo come link il download dell’app → utilizza il targeting per dispositivo;
  6. Gestisco una palestra in cui si organizzano corsi di yoga → oltre al targeting geografico, potresti pensare al targeting per argomento o per segmenti di pubblico.

Potremmo proseguire per ore con questo gioco: ciò che vogliamo farti capire è che per implementare una campagna, più hai le idee chiare su pubblico e obiettivi, meglio riesci a ottimizzarla così da raggiungere chi vuoi tu, evitando costose dispersioni.

Se sei in difficoltà, puoi sempre rivolgerti a un’agenzia pubblicitaria e di marketing con competenze nel campo SEM.

 

25 luglio 2017