Web agency brescia, Realizzazione siti web e App mobile - Ideattiva

Il blog di Ideattiva

I BOT di Facebook Messenger: intelligenze artificiali in aiuto

Diciamolo chiaramente: nessuno di noi desidera perdere tempo. Vogliamo percorsi semplificati e, possibilmente, “tutto subito”.

Le nuove tecnologie sanno bene cosa si aspettano gli utenti, e si stanno sempre più muovendo nella direzione dell’automation. Scopriamo come sta lavorando in questo senso una delle aziende più all’avanguardia e di celebrità planetaria: Facebook.

 

BOT di Facebook Messenger: cosa sono

Il caro Mark Zuckerberg non si ferma mai. E forse il successo di Facebook e delle altre app di proprietà dell’azienda, come appunto Messenger, sta proprio qui: continuare a rinnovarsi e saper cogliere in tempo le esigenze del pubblico, in costante evoluzione.

Da qualche mese Facebook ha lanciato i BOT per l’app di Messenger, che ora non può più essere vista come una mera chat di Instant Messaging, ma come un vero e proprio servizio clienti.

I BOT di messenger sono automazioni usate dai brand per interagire istantaneamente con i propri clienti. Con queste automazioni, le aziende rispondono a domande, propongono e consigliano articoli in vendita, danno informazioni utili, ricevono ed evadono prenotazioni. Il tutto avviene in modo immediato, come feedback in risposta all’input dell’utente, grazie a percorsi e combinazioni predefinite di opzioni differenti realizzate da sviluppatori e che usano la tecnologia delle API.

 

BOT di Facebook Messenger: come funzionano e chi può crearli

Il processo prevede l’utilizzo dell’API Send di Messenger, che consente alle aziende di creare sistemi di risposta automatizzati che facilitano il contatto diretto con le persone.

Le aziende che usano i BOT possono condividere diversi tipi di contenuti per migliorare e stimolare la comunicazione e il contatto: testi, immagini, template flessibili, funzionalità aggiuntive come i bottoni per la Call to Action.

Ogni volta che la pagina Facebook riceve un messaggio, questo viene preso in carico dal bot che è in realtà un’applicazione Facebook: ed ecco che all’utente compaiono risposte immediate di supporto, consigli per gli acquisti con la possibilità di scegliere il tipo di prodotto, indicazioni utili.

 

facebook-bot

 

Non tutti possono creare un BOT: per sviluppare questa marketing automation è necessario superare il processo di approvazione da parte di Facebook. Il processo prevede il rispetto della policy e dei requisiti, consultabili all’indirizzo https://developers.facebook.com/policy/#messengerplatform.

 

BOT di Facebook Messenger: quali brand le utilizzano

Al momento i BOT di Facebook Messenger sono utilizzati da una cerchia ristretta di brand, per lo più in lingua inglese. Qualche esempio? Hyatt, Disney, CNN, Spring, HealthTap, Uber.

 

BOT di Facebook Messenger: vantaggi per il business

Ecco alcuni vantaggi che i BOT di Facebook Messenger portano alle aziende:

  • Immediatezza della comunicazione: si riduce il rischio di perdere il cliente, spazientito dall’attesa;
  • Possibilità di inserire call to action: questo stimola il procedere dell’azione (acquisto, richiesta informazioni…);
  • Machine learning: le domande principali poste dagli utenti aiutano il brand a ottimizzare il BOT sulla base delle informazioni utili avute. In questo modo l’interazione diventa sempre più efficiente e personalizzata.


Come direzionare il pubblico verso la chatbox

E se gli utenti non sanno dell’esistenza di questo servizio da parte del loro brand? Come possono arrivare a capirlo?

Facebook sta mettendo in pratica diverse soluzioni:

  1. Maggior risalto, soprattutto da mobile, al pulsante “Invia un messaggio” posto nelle singole pagine;
  2. Pulsante “Message Us” da aggiungere all’interno del proprio sito web;
  3. Utilizzo del Messenger Code che l’utente può scansionare per mettersi subito in contatto con il brand tramite l’app.


Bot di Facebook Messenger più efficaci dell’e-mail marketing? Staremo a vedere :)

(per le immagini si ringrazia Social Media Today)
14 dicembre 2016