Web agency brescia, Realizzazione siti web e App mobile - Ideattiva

Il blog di Ideattiva

AMP, un aiuto per la SEO?

AMP, un aiuto per la SEO?

PAGINE AMP: COSA SONO? 

AMP sta per “Accelerated Mobile Page”; si tratta di pagine create espressamente per il mobile che cercano di essere molto più veloci nel caricamento rispetto alle normali pagine HTML, perché limitano all’osso l’utilizzo di risorse esterne come file Javascript, plugin Jquery e qualsiasi risorsa non strettamente necessaria.

Le AMP sono pagine che nascono dalla necessità di Google di intercettare al meglio il traffico da mobile che negli ultimi anni, stando al sito https://www.brickandmobile.com/it/mobile­stats/, ha raggiunto un 60% del traffico totale, superando quindi abbondantemente il traffico da desktop.

Le pagine AMP le troveremo solamente nelle ricerche effettuate da mobile e le possiamo riconoscere grazie alla scritta “AMP” accompagnata dal simbolo del fulmine  AMP”. Vengono tutte raggruppate in un unico box, come accade per la sezione di Google News, e solitamente le troviamo nelle prime posizione della SERP.

Questo è un esempio di una ricerca effettuata nello stesso momento da desktop e da mobile:

 

 

 

 

Possiamo notare come queste pagine influiscano direttamente sulla SEO, essendo inserite in un posto decisamente importante ai fini della ricerca mobile: sono quindi un ottimo modo per raggiungere immediatamente non solo la fatidica prima pagina di google, ma anche le prime posizioni della SERP. Inoltre, stando a quanto dice Google, le pagine del nostro sito web che hanno una corrispondente pagina AMP potrebbero in qualche modo trarne vantaggio.

Questo di seguito è il testo riportare da alcune mail che Google ha inviato per dare una scossa ai “proprietari di siti web” per spingerli ad utilizzare questa nuova “tecnologia”:

 

Google ha determinato che i contenuti del tuo sito potrebbero trarre beneficio da una funzione di prossima introduzione nei risultati della Ricerca Google. Questa funzione è basata sulle pagine AMP (Accelerated Mobile Pages), ovvero pagine HTML leggere strutturate in modo da caricarsi velocemente sui dispositivi mobili. A breve, Google mostrerà pagine AMP valide complete di funzioni speciali nei risultati di ricerca. Le pagine AMP conformi sul tuo sito saranno considerate idonee a essere mostrate nei risultati di ricerca con queste nuove funzioni

 

COME SI IMPLEMENTANO LE PAGINE AMP?

Per quanto riguarda Wordpress è molto semplice: basta scaricare ed installare il plugin ufficiale rilasciato da Automattic (l’azienda fondatrice proprio di wordpress) che potete trovare QUI.

Se invece le dovete implementare manualmente, QUI potete trovare un’ottima e completa guida che mette a disposizione degli esempi su come si utilizza questa nuova tecnologia: in sostanza dovranno essere utilizzati dei TAG HTML appositamente creati per le pagine AMP. Una volta creata, la pagina andrà sottoposta ad un tool di verifica già presente nel browser Chrome (QUI potete vedere come fare)

 

AMP: È NECESSARIO IMPLEMENTARLE?

Io personalmente trovo le pagine AMP molto interessanti per l’utilizzo su siti di blogging o news, ma potrebbero essere utilizzate anche in siti di e­commerce per mettere in evidenza determinati prodotti, andando poi magari a reindirizzare l’utente sul sito “vero” prima di effettuare l’acquisto.

Se si vogliono implementare questo di sicuro è il momento ideale, perché i livelli di concorrenza sono ancora piuttosto bassi e quindi si potrebbe trarre un vantaggio maggiore all’interno della propria nicchia di mercato. Quando invece tutti inizieranno ad utilizzarle, la concorrenza rischia di essere talmente alta che potrebbe non essere così facile riuscire a piazzare la propria pagina all’interno del carosello.

 

 

20 settembre 2016

Federico Pasinetti

Diplomato in Informatica e Telecomunicazioni, sono un appassionato della tecnologia in tutte le sue forme. Il mio lavoro è diviso a metà tra lo sviluppo di siti web e quello di app mobile.