Web agency brescia, Realizzazione siti web e App mobile - Ideattiva

Il blog di Ideattiva

Quando il colosso si fa garante: ecco Amazon Pay

Quando il colosso si fa garante: ecco Amazon Pay

Da pochi giorni chi in Italia è abituato a fare acquisti online ed è iscritto ad Amazon può avvantaggiarsi di una nuova opportunità: Amazon Pay. Scopriamo di più.

 

Acquisti su e-commerce: stanco di account sempre nuovi? 

Amazon Pay nasce per semplificare la vita dell’utente che è solito acquistare online. Come?

Chi compra su siti e-commerce sa bene quanto sia noioso doversi ogni volta iscrivere. Spesso è proprio la necessità di un nuovo account a fungere da deterrente all’acquisto: piuttosto si torna su Amazon o su altri siti che si è soliti navigare, anche a fronte di un costo del prodotto leggermente superiore.

L’obiettivo di Amazon è di far sì che l’utente usi sempre e solo l’account Amazon per acquistare anche su altri siti e-commerce. E questo è possibile grazie ad Amazon Pay, un servizio implementabile dai siti e-commerce diversi da Amazon e di cui l’utente può usufruire tramite il bottone “Amazon Pay”:

 

 

In questo modo non è più necessario creare nuovi account o inserire ogni volta i dati della carta di credito: Amazon si pone come intermediario e fa da garante per i pagamenti.

Per saperne di più, visita il sito ufficiale di Amazon Pay in lingua italiana.

 

Amazon Pay: cosa deve fare l’utente 

Usare Amazon Pay per un utente è facilissimo. Una volta cliccato sul bottone “Paga con Amazon Pay”, se non lo si è già bisogna loggarsi con le proprie credenziali Amazon, accettare l’eventuale nota informativa e completare l’acquisto scegliendo uno dei metodi di pagamento inseriti nel proprio account Amazon. Basta, non devi fare nient’altro: semplicissimo, no?

 

Amazon Pay: cosa fa Amazon 

A tutto il resto ci pensa Amazon, che si pone come garante per il tuo pagamento e per il successo della transazione tra te e il sito e-commerce non-Amazon. Dalla tua parte hai la garanzia di un pagamento sicuro e protetto, come se tu stessi comprando direttamente su Amazon.

Unico veto: non è possibile usare Amazon Gift Card quando si paga tramite Amazon Payments.

 

Amazon: il colosso si fa ancora più grande 

Sicuramente dietro Amazon Pay c’è un’azione commerciale atta ad allargare ancora di più la sfera di potenza di Amazon, anche al di fuori del sito vero e proprio di Amazon. È un po’ la tendenza di tutti i “big” dell’online, a partire dall’agognata banca di Facebook sino a Google Wallet. E oltre alla notorietà del brand cresce il fatturato: i venditori che desiderano avvalersi di Amazon Pay devono alla società di Seattle una commissione di elaborazione del 3,4% su un volume di pagamenti mensili inferiore a € 2.500, percentuale cui vanno aggiunti € 0,35 fissi di commissione d’autorizzazione. Per volumi di pagamenti più elevati sono previsti sconti. Questi importi sono validi per transazioni nello spazio economico europeo; oltre quest’area è necessario aggiungere una percentuale di commissione per transazioni internazionali.

Ma il piccolo sito e-commerce ha tutto da guadagnare: snellisce le operazioni di acquisto dell’utente e si mostra come un brand autorevole e garantito proprio da Amazon.

Amazon mette a disposizione plug in per abilitare Amazon Pay su siti e-commerce realizzati con le principali piattaforme di negozi online, come OpenCart, PrestaShop e Shopify. Sono inoltre scaricabili loghi Amazon Pay già pronti di diverse forme e misure, sia per desktop che per mobile: https://pay.amazon.com/it/merchant/tools.

05 maggio 2017